Per la prima volta, quest’anno, la Provincia di Trieste ha comunicato alle associazioni sportive dilettantistiche che non riceveranno il contributo annuale usualmente erogato  dall’amministrazione.

Naturalmente, le spese sostenute dalle società per l’inoltro della regolare domanda non verranno affatto rimborsate. Sarà un caso, ma proprio nell’anno dedicato alle elezioni si verifica un fatto che va a decurtare i già magri bilanci di associazioni che svolgono attività di rilievo sociale.

Ci chiediamo, e lo chiediamo soprattutto agli elettori, se i quattrini spesi dall’amministrazione provinciale per pubblicizzare la propria attività sui mass media non avrebbero trovato miglior utilizzo nell’ammortizzare i passivi di società che vivono grazie a preponderanti, quando non esclusivi, contributi dei volontari.

Ipotizziamo, ed in definitiva auspichiamo, che in quel caso avrebbero garantito all’amministrazione uscente da Palazzo Galatti anche un più consistente bottino elettorale.

Comitato per Lorenzo Giorgi