Chi sono

Lorenzo Giorgi...

Sono nato a Trieste, a Roiano precisamente, nel 1972. Ho studiato informatica, anche se in quel campo ho lavorato soltanto per pochi mesi dopo aver conseguito il titolo di studio.

Dal punto di vista professionale, smessi i panni di spedizioniere doganale, ho sempre ricercato nuovi stimoli e idee. Nel 2011 ho fondato il primo quotidiano online della Nostra città, Triesteprima.it, che oggi rappresenta una solida ed apprezzata realtà nel panorama informativo locale. Nel 2012 ho voluto aprire la prima paninoteca ambulante, Street Food Trieste, proponendo ricercate combinazioni con prodotti tipici locali nel cibo da strada, mentre nel 2014 ho lanciato il portale Coupon Italiano, prima risposta italiana allo strapotere delle multinazionali nel campo del Couponing.

Ma mi occupo anche di sport e sociale, con l’attività del Movimento Sportivo Popolare (Ente di Promozione Sportiva del CONI) di cui sono Presidente Regionale e con le attività legate al Calcio a Trieste (a Campanelle dal 2007); non posso dimenticare di citare Trieste in Festa con la Sagra de la Sardela che organizzo dal 1997.

Ma visto che il ruolo di questo sito è riferito più a Giorgi come “politico” che a Giorgi come libero cittadino, val la pena spendere qualche parola in più sul mio percorso all’interno delle istituzioni.

Ho sempre affrontato con impegno, e grande orgoglio, il mio impegno pubblico “amministrativo-politico” perché mi ha sempre reso fiero di poter lavorare per i miei concittadini.

In politica ci sono entrato quasi per caso, a diciannove anni, per oppormi alla ventilata chiusura del Ricreatorio Brunner di Roiano, per me una seconda casa, che in tempi di prima repubblica un commissario di governo stava per perpetrare. Così è iniziata la mia avventura con la candidatura e l’elezione in consiglio della III Circoscrizione, nel lontanissimo 1992, come esponente della Lista per Trieste. Così ho iniziato ad occuparmi dei problemi del rione con entusiasmo; entusiasmo che, nonostante il mondo della politica ti prenda spesso a pugni in faccia, è rimasto intonso oggi come allora.

Sono stato rieletto in Circoscrizione nel 1993 sempre con la Lista e poi nuovamente nel 1997, dove sono risultato il più votato a Trieste fra i candidati circoscrizionali di Forza Italia. Questo mi ha permesso di farmi eleggere Presidente della III Circoscrizione Comunale di Trieste. Nel frattempo, dopo esser stato l’ultimo segretario dei giovani listaioli, sono divenuto anche il primo coordinatore dei giovani forzisti, partecipando nel ’94 alla fondazione a Roma di Forza Italia Giovani.

Dopo quattro anni di Presidenza del Terzo Parlamentino, alle amministrative del 2001 sono risultato addirittura il candidato largamente più votato fra tutti quelli che si presentavano per le circoscrizioni a Trieste (quasi 600 candidati). Ho potuto così, con enorme soddisfazione, per il secondo mandato ricoprire ancora tale incarico. Sicuramente gli anni che mi hanno dato più soddisfazione nella mia avventura in questo mondo, grazie anche al continuo confronto quotidiano con la cittadinanza.

Infine nel 2006, candidato con Forza Italia, ho raggiunto gli scranni del Consiglio Comunale di Trieste; sacrificato sull’assegnazione di un assessorato (ricevuto il pomeriggio dal Sindaco Dipiazza e ritirato tre ore dopo per far posto ad una donna che non c’era nella nuova giunta, ma per statuto doveva esserci….) sono stato eletto Presidente della Commissione Lavori Pubblici, Patrimonio e  Verde Pubblico del Comune, ruolo che mi ha riportato, con grande soddisfazione, sul territorio a contatto con la gente.

Purtroppo nel 2011 sono rimasto escluso dal Consiglio Comunale per una sola preferenza.

"Politica è impegnarsi per la propria città , a favore della gente; non posso vergognarmi di fare politica per colpa di politici vergognosi! Porto avanti il mio impegno con dedizione , caparbietà ed onestà "
giorgi ferriera consiglio

Pur essendo risalito a due clamorosi errori di due Presidenti di Seggio che non mi hanno assegnato 2 preferenze perfettamente valide, non ho visto riconosciuto dalla “giustizia” ordinaria (ahi noi…) la possibilità di ricontrollo ufficiale di queste due schede….

Nonostante tutto ho continuato, con il mio solito spirito di critica costruttiva, a sostenere le tesi ed il movimento in cui mi riconosco.

Nell’estate del 2013, però la stasi politica e gli avvenimenti nazionali, mi hanno convinto a ri-scendere in campo in prima persona con il ritorno di Forza Italia.

L’attesa per il rientro a Palazzo Cheba termina però; a seguito delle dimissioni di Maurizio Bucci, lunedì 22 dicembre 2014 viene convalidata la mia elezione a Consigliere Comunale di Trieste…

Ed in questo anno e mezzo il mio impegno per la gente è ripartito con ancor più vigore e passione di prima; sono stato eletto capogruppo del PdL in Consiglio Comunale, dove la mia battaglia contro il malgoverno della Giunta di sinistra è costante e martellante.

Disoccupazione raddoppiata in cinque anni, ecatombe del commercio in città, inquinamento della Ferriera a livelli massimi, sicurezza ai minimi, città sporca ed abbandonata anche nell’ordinaria manutenzione che non c’è stata,

Questa non è la Mia Trieste… Mi impegno ancora per provare a cambiarla!

Coerenza

simbolo comunali 2016Sono entrato in Forza Italia nel 1994.

In politica la fedeltà è sintomo di serietà e rispetto degli elettori!

Tanti cambiano casacca, si riciclano, saltano da uno schieramento all’altro

Io continuo con decisione il mio percorso con il Presidente Silvio Berlusconi, impegnandomi per la giustizia e la meritocrazia anche all’inetrno del mio partito

 

Con Dipiazza

CON DIPIAZZA

 

Mi piace ricordare il 1 dicembre 1996; a Muggia per la prima volta veniva rotta l’egemonia della sinistra (comunista) che aveva governato (male) per 50 anni… E con Roberto Dipiazza si apriva una nuova stagione della politica locale.

dal 2001 al 2011 Trieste, grazie al centrodestra governato da Dipiazza, è stata trasformata; ha visto finalmente una amministrazione, capace, lavorare al fianco dei cittadini… Ed i risultati sono innegabili e sotto gli occhi di tutti!

Il 21 dicembre del 2014 ho lanciato, per primo, dagli schermi di Sveglia Trieste l’idea di riportare Roberto Dipiazza alla guida della Nostra città; unica “salvezza” dopo 5 anni di pessima amministrazione del PD!

Ora tocca a Voi, con il voto ed il sostegno, riportare Trieste dove merita…

Our mission

  • Section 1

    Sono una persona fortunata, che riesce a portare avanti le proprie passioni cercando di essere utile agli altri; questo lo devo sopratutto ai miei genitori ed alla mia famiglia che mi hanno sempre sostenuto in questa mia missione!

  • Section 2

    “Politica è impegnarsi per la propria città, a favore della gente; non posso vergognarmi di fare politica per colpa di politici vergognosi! Porto avanti il mio impegno con dedizione , caparbietà ed onestà

  • Section 3

    Credo che i problemi della gente non abbiano colore politico; credo che chi si impegna per gli altri, al di là delle proprie convinzioni, vada sempre sostenuto

  • Section 4

    Non lo ordina il medico l’impegno in politica; se uno decide di farlo deve donarsi anima e corpo in questa attività

Dicono di me...

altre testimonianze